Dona... 
a chi ami ali per volare, radici per tornare e motivi per rimanere, non e' facile ma credo che si e' vero e' una massima che senza volere ho applicato alla vita di chi amo, ho sempre detestato le madri-padrone-controllatrici della vita degli altri, la mia mi ha insegnato ad aver fiducia in me e a badare a me stessa la suocera era il controllo assoluto voleva sapere anche se eri andata in bagno e quante volte e lo applicava come metodo ad ogni cosa animale o persona che la sfiorava, perfino la statuina in capodimonte e' rimasta da quando alemeno ricordo io 40 anni nello stesso posto non un cm a destra ne' uno a sinistra proprio nello stesso punto, tutto immobile tutto sotto controllo, io alle volte mi stupisco della gioia che provo a spostare gli oggetti a cambiare sempre il posto alle cose e come con le persone mi rallegrano quando fanno nuove esperienze e se la cavano bene so di aver fatto un buon lavoro, vorrei tanto che chi amo fosse libero di esternare se stesso sapendo che io ci sono e di poter contare su di me ma come ultimo indirizzo, e poi rimanere al loro posto senza la paura di combattere con quello che hanno, perche' scappare non e' da me e non credo di averlo insegnato loro, e no io non sono mai scappata ho sempre combattuto le battaglie del qui e ora
Sono proprio cambiata mi piaccio molto, e' bello alzarsi augurare alla mia famiglia mentalmente serena giornata e non preoccuparsi che non siano in grado di affrontarne le prove, ho lavorato molto prima e ora sono serena i miei figli volano liberi nella loro vita per quello che riguarda me, sanno che il vecchio nido e' sempre accogliente ma devono rimanere nel loro fare le loro esperienze che non sono le mie, cambiando divento filosoficamente sempre piu' libera! :)



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3.1 / 577 )
Un venerdi 
un sabato e una domenica al servizio familiare , qualche ora che a me sembrano durare un paio di mesi e questa mattina mi sento frastornata come se fossi stata all'estero viaggio in aereo compreso, ora come lo si spiega alla famiglia che tu ti stanchi sempre di piu' e che allontanrti dal solito tran tran ti crea grossi affaticamenti e sopratutto mentre per gli altri la cosa dura il tempo reale cioe' quelle 3 massimo 4 ore a te ci vogliono giorni di recupero..... e qui vedi l'eta' o meglio misuri le energie e nella tua testa un ritornello ... ma chi me lo fa fare.... e hai pure la risposta e' dentro di te.. manifestare l'amore per quello che sei... ma sono veramente sfinita il caldo mi ha sfinita non riesco a recuperare, sveglia alle 5,30 alla ricerca di un filo d'aria che non c'e' ma sopratutto nella speranza che sia un giorno normale o meglio di normale normalita' scusate il gioco di parole, io ho lavorato nella mia vita infinitamente tanto ora e' il tempo del pensare a me s e non voglio soccombere sotto il peso del tempo che non e' per tutti uguale ma e' dato dalla misura delle energie spese lungo il cammino, mia madre lavorava nei campi e a casa mia suocera giocava a fare la casalinga anni 60 in pigiama fino alla fine dei lavori domestici poi crollava in poltrona e non si alzava piu' se non per il pranzo e la cena da preparare mia suocera era fisicamente piu' giovane di mia madre di 20 anni, gia' una dava tutto per gli altri , l'altra risparmiava tutto per stessa io vorrei giocarmela meglio badare a me senza troppi egoismi perche' nessuno bada a te e si ti ammali so per esperienza che e' quasi colpa tua.... eh si oggi provo a tornare al mio solito tran tran quasi sono felice come se fossi guarita da una lunga malattia e sopratutto perfettamente cosciente che se la prossim a volta non ce la faro' e' tempo di delegare ad altri perche' qui ormai impera un' unica cosa ....proteggere se stessi, perche' solo se ti ami tanto riuscirai a vivere una vita serena!


[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3.1 / 589 )
I postumi 
della festa ci sono e ho bevuto solo acqua e mangiato quasi nulla, mi sono svegliata come si mi avessero dato un pugno sulla fronte e i muscoli che urlano, lo sapevo benissimo che i post-festa sono cosi' cucinare organizzare conciliare e' andata bene la festa di compleano di mia figlia quello che mi ha stupito di tutta la giornata e' stato trovare la forza all e 11 di portare Giulia a dare da mangiare ai gatti perche' lei aveva caldo ed era stanca fantastico quello che fa il cuore quando le gambe non ce la fanno piu' risorse d'amore che nemmeno tu conosci, quella manina calda che ti si affida ... nonna andiamo dai gatti ma e' buio ho paura.... e tu le dai la mano e le dici ... bimba c'e' nonna non devi avere paura di niente... e lei ci crede e tu pensi che la vita e' solo questione di fiducia chissa' quando la perdiamo da grandi
La festeggiata mi e' sembrata contenta , gioci al pc niente sudate scalmanate degli altri anni ma nella semplicita' di 8 pagine di biglietto di auguri con giochi e' andata bene la chicca e non so da dove e' venuta l'idea e' aver fatto fare un fotomontaggio della guerriera televisiva Exena e ho creale ALExina (Alessandra-Exina) e averci impostato tutti i giochi con tanto di eroi mitologici nordici con cui scontrarsi... ma e' dura ogni anno inventarsene una nuova e il 29 si replica ci ho provato con il ristorante cinese la pizzeria il ristorante normale ma mi ha risposto la piccola di casa .............mamma non ci pensare nemmeno - ci vai da sola .... beh provare non costava nulla peccato non ha funzionato! :)




[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 682 )
Che mi succede? 
Festeggiare i compleanni di famiglia di solito mi mette adrenalina nelle vene parto con mille idee giochi torta cibo ho iniziato un paio di anni fa andando al ristorante per quello del marito, ho abolito il mio ( tanto di solito non era niente di particolare c'era solo il mio spirito a farlo diventare un giorno particolare), il figlio grande lo festeggia con la sua famiglia ma gli altri erano intoccabili quest'anno e' una faticata solo pensarci, mi spaventa l'idea di cucinare, di pensare ai giochi ed e' domani il compleanno della figlia grande che si aspetta la solita festa a casa mia, e io sono spaventata a morte perche' non mi riconosco nel cambiamento generale e' cambiato anche questo sinceramente preoccupata di come il mio corpo rifiuti con il caldo qualsiasi incombenza in piu', o forse non c'entra il caldo ma si e' spento qualcosa non capisco sono confusa e frastornata c'e' da fare il pan di spagna ma non mi va, c'e' da farsi venir eun paio di idee per cosa fare a cena domani sera ma non vengono, comincio a capire i cambiamenti dell'eta' e sopratutto la certezza che mi sono rimaste le forze solo per me ma il dovere-piacere ( perche' amo infinitamente tanto la festeggiata ) mi daranno la forza, 32 anni fa era stato meno faticoso partorirla avevo molte piu' forze, eh si sta cambiando tutto mente e corpo!

[ 2 commenti ] ( 19 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 656 )
Se hai un sogno 
ma non trovi la strada sembra tutto complicato poi l'idea giusta arriva e ci metti un piede sul nuovo sentiero e stranamente scopri che non hai piu' paura, l'universo ti manda messaggi chiari e positivi come a dirti sei sulla strada giusta e anche combattere con le solite mille piccole beghe che normalmente si coalizzano per renderti impossibile il sogno questa volta sembrano piu' facili da affrontare sara' che la rabbia accumulata nel tempo e' esplosa tutta insieme, che hai preso visione di quante storture e deviazioni mentali ti hanno schiacciata per anni, e quello che fa male e' capire che eri solo tu la colpevole perche' accettavi tutto con rassegnazione come se fosse la normalita', quante volte ho scritto che l'unica cosa di cui ho paura e' trovarmi sulla sedia della vecchiaia triste infelice e con la cattiveria di chi vuol punire il mondo per non aver vissuto secondo se stessi... ecco sto lavorando perche' questo non avvenga per farlo mi serve tanto coraggio ma non con gli altri con me stessa, la frase che un giorno mi fece tanto male oggi mi aiuta ad affrontare la vita " nessuno ti fa male sei tu che lo permetti" quindi mi concentro su quello che e' il mio sogno in viaggio verso la mia indipendenza mentale fisica ed economica mentale quasi ci sono o meglio ci sono dentro fisica grazie a Dio cerco di supoerare i miei acciacchi senza farmi fermare troppo e devo dire che non mi focalizzo sul dolore va meglio ... economica beh li' e' un altro discorso molto piu' complesso ma ci sto lavorando il mio sogno diventare una persona che si rispetta che non dipenda piu' dagli umori e voleri degli altri, mordo molto non sono piu' servizievole faccio pesare il valore di quello che faccio perche' da quando ho scoperto che gli altri pensano che a me non costa fatica perche' non mi lamento ho cambiato anche questa di ottica, la rivoluzione dentro me non e' facile ma e' possibile! :)



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 656 )

Indietro Altre notizie