Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 31

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 37
Creazioni Artigianali Or
Che aria triste 
appena superi la porta girevole anti tutto della mia banca ti accoglie un aria o delle energie da era glaciale, non c'e' nessuno in fila ma l'impiegato che io chiamo gufo triste appollaiato sul suo sgabello davanti al computer che odia ti fa attendere ma non sta facendo nessuna operazione si guarda intorno, l'altro cassiere credo che sia in altrove e non mi chiedo dove, il direttore nella sua stanza ha la porta aperta , il vice e' preso da strani programmi computerizzati e ti si fredda il sangue nelle vene, non vai a chiedere soldi ma a prelevarne per dei pagamenti ma e' lo stesso aria gelida sguardi senza emozioni e penso che per essere la moglie di un bancario da non confondere con banchiere ci sono svariati zeri nel stipendio di differenza la conosco bene l'aria di chi lavora in banca, almeno da una ventina di anni impiegati di una classe che fino al 75 era invidiata da tutti per lo stipendio e la sicurezza ma che ormai sono in condizioni di stress che non si scherza, ci provo a portare un sorriso ma non funziona ti trattano molto freddamente al pagamento di un F 24 mi sono risposta che me lo potevo pagare da sola da casa...o cavolo per mettere un timbro e una firma quasi mi guardavano con odio... ma i soldi sono i miei mica i vostri... pazienza ci vuole pazienza ma almeno un sorriso e un minimo di vita lo potrebbero anche esternare o sono diventati dei robot? Certo e' che tutto cambia e muta ma perche' non avviene mai in meglio? Vado a togliermi il pensiero!

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 713 )
Forza e coraggio 
che dopo aprile viene maggio diceva un vecchio detto, qui sta per arrivare giugno ma e' tutto nella norma il tempo passa e secondo la mente umana le cose cambiano, bene facciamo una sommatoria, il dolore c'e' e' lì fisso e fermo con punte di esplosione e teneramente mi fa compagnia, ci si puo' convivere tanto non posso fare altro, ogni tanto i miei pensieri pretendono di darsi colpe che non hanno ma li cancello subito, guai burocratici siamo verso le chiusure, l'accatastamento della vecchia casa colonica micro porzione da dividere in 6 parti frazionata poi a 3 e poi a 5 e' a posto, insomma piano piano le sto sistemando, la guida scomparsa e' in arrivo secondo loro giuro io l'ho scritta e ce l'ho sullo scrittoio, ginocchio a giorni alterni fa piu' o meno male, bene resta la mia vita da prendermi in mano e scusatemi ma a me l'idea di essere viva mi piace tanto, sapere di poter costruire ancora di essere utile non per gli altri ma per me stessa, scoprire il mio cammino e' come partire per un viaggio incredibile restando al mio posto con le mie cose e i miei doveri, giorni in cui mi sembra di aver sprecato il giorno ma poi mi riprendo perche' appena analizzo la giornata c'e' sempre un passo avanti che ho fatto, se oggi arriverà la guida e io posso dare l'ok e' fatta sono pronta tutta me stessa e' lì in attesa del futuro, non rinnego niente, grata alla vita come sempre, ma e' tempo di costruire per me se voglio far star bene i miei cari, tutto in stallo come sempre a me e' dato di essere l'ago della bilancia, bene andiamo a fare micro campionature per le foto della guida numero 2 la costruzione di un modello.... insomma forza e coraggio e andiamo avanti!:)

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 664 )
Le macchine 
mi salveranno per forza non c'e' motivo da dubitarne, ieri lunga giornata di riordino macchine, ma più che un riordinare, dare un'oliata, mettere a posto pettini e pesi, raccogliere punzoni sparsi (sono ad un terzo dell'opera) e' stato un continuo pensare come cominciare a sfruttarle al meglio, come dar loro vita a tutte, c'e' amore fra di noi, e' come se fossero vive e capissimo a vicenda il rispetto e l'amore fra noi, mentalmente credo che comincio a passare oltre il presente, se le preparo vuol dire che e' definito nella mia testa il bisogno disperato di tornare nell'isola che non c'e' come la chiamo io, non solo creare, ma usarle per aiutare, in fondo si può partecipare a rendere migliore il mondo con i mezzi che si hanno a disposizione e io di maglia so vivere, non e' facile non e' semplice tornare a vedere la luce, dopo il buio totale ma mi sono alzata decisa a finire almeno di metterle a posto, dice l'editore un piccolo intoppo spediscono oggi, per me si erano dimenticati di spedire, in fondo avra' pensato chi la leggera' una guida di maglia a macchina chissa' forse pensa che ha fatto un pessimo affare con me, sono quasi le 8, lui pensi quello che vuole OR ginocchio permettendo spera di farcela a finire di sistemare e impostare un nuovo futuro!:)

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 652 )
Ogni prova 
superata un po' piu' forte, bene dopo un lungo giorno , nuove file sistemato un altro problema e spero tanto di avere 2 o 3 giorni di calma ho capito pero' che se il gioco al massacro non finisce presto mi ci ammalo, mi sembra un sogno la mattinata solo perche' non devo andare a fare file a non ripetere marito morto defunto il.... ci voleva un po' di sano crollo almeno ho recuperato forze emotive, il cielo e' velato ma un tentativo di sole c'e' una piccola speranza che siamo verso la fine mancano ancora molte cose da sistemare ma sono delineate appena arrivano i permessi chiudo e ne ho un bisogno disperato non solo per me ma per tutta la famiglia, per riprendere almeno una nuova vita, credo che l'assenza di una normalita' cominci ad essere il vero problema, i cani dei vicini lasciati soli ululano e strappano il cuore , ecco gli umani non hanno questa possibilita' di ululare di dolore quando vogliono sarebbe tutto piu' facile, riprendo a scrivere la seconda guida e mando mail all'editore per la prima e non demordo, crollo ogni tanto perche' lo stress a cui sono sotto posto puo' capirlo solo chi lo vive ma non mollo gia' il fatto di non farlo mi fa sentire meglio quindi mi rimbocco le maniche e inizio il nuovo giorno che sia sereno per tutti!:)

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 652 )
Riposiamoci 
mica lo sapevo che l'avrei fatto, ho lasciato al punto dove ero con i lavori domestici e lo stress e' arrivato all'improvviso mi sono crollati addosso anni tutti insieme senza nessuna avvisaglia se non quella che in casa le cose non vanno proprio per niente e me ne sono andata sul letto, ho chiuso a chiave la porta e mi sono guardata in fondo, dentro e fuori, ho sentito tutto il peso della mia vita dalla nascita e mi sono domandata che senso avrebbe la vita se non quello di una lunga sequenza di prove da superare, analizziamola la vita nasci, ubbidisci, studi, cresci sei al servizio degli altri, lavoro, figli casa, matrimonio, 4/5 giorni da ricordare una sequenza di prove da superare. il tutto mischiato con la vita degli altri, alla fine ho dedotto che non c'e' molto da dire sulla vita e' solo una serie di prove da superare, per uscirne con il rispetto di se stessa, io credo che ci si condanni o ci si assolva da soli, di più non potevo fare, di piacere e di gioia per me qualche briciola sparsa, di doveri a cui mi sono assoggettata a miliardi, ieri ho capito come si puo' desiderare fortemente che tutto abbia una fine ho quasi invidiato chi ha finito le prove e l'ha spero superate con assoluzione, io ne ho ancora molte lo so e lo sento, e alle 4 del mattino ti alzi perche' essere rimasta su un letto quasi 24 ore non aiuta, ti alzi e pensi ok giochiamo, mi sento come un animale ferito messo all'angolo che azzanna per paura di nuove torture, ma ho anche capito che le scelte non sono molte o ti copri con il lenzuolo e ti fai scivolare via la vita oppure ti alzi e decidi che comunque ognuno e' padrone della sua, e io non ho una vita mia ho avuto sempre e solo la vita che gli altri mi avevano destinato, ma la mia vita dove e'?
Non so chi sono e dove voglio andare, e' proprio vero hanno ragione gli psicologi che le vedove vengono uccise dalla troppa libertà, nessun immagine mi rappresenta meglio il mio momento di vita se non quello della leonessa in cattivita' che viene riinserita in natura e deve imparare a vivere da sola nella savana, non facciamoci illusioni, dato di fatto per quanto una possa essere circondata da molti affetti di certo c'e' che sei sola con in mano la tua vita e niente altro, analizzare cio' che e' stato, guardare avanti ma c'e' il presente da vivere e da sola, senza nessuno che realmente possa aiutarti....d'accordo vita veniamoci incontro che se per qualche tempo non mi fai troppo male forse io ci riesco a risollevarmi!

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 630 )

Indietro Altre notizie