Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 31

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 37

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 43
Creazioni Artigianali Or
Pagina nuova 
Lei ha combattuto poi se ne è andata, un cane e' solo un cane, lo sa bene chi ha un animale di compagnia che sono pezzi del tuo cuore.

Ho messo via le sue cose, come si fa dopo un lutto con il vuoto dentro di un tempo che e' finito.

Il vuoto e' durato esattamente 24 ore il tempo di dire alla famiglia "un animale mai più che non voglio un'altro dolore e un'altra separazione".

Alle 11 di sera arriva un messaggio del terzo figlio, 3 foto, un messaggio laconico "ne salvi uno mamma?"

Uno scatolone vicino ai cassonetti dell'immondizia 3 cuccioli abbandonati.

Qualche ora dopo ho riempito un questionario l'ho firmato e ho chiesto un'adozione ad una associazione che si era presa cura dei cuccioli ed e' arrivato Lampo il 16 giugno.

E' un po' che non scrivo, il caldo e la nuova pagina della mia vita hanno richiesto le mie attenzioni. Lampo soprattutto, un meticcio doc, incrocio fra un setter e non si sa quale altro cane (setter perchè uno dei fratelli ha un dna preciso che ne accerta l'origine di uno dei genitori).


Una ventata di energia come un cucciolo sa portare a mitigare i mesi di lotta della mia Habana, come se la vita mi avesse voluto dire che ero stata brava a lottare con lei ma che non si chiude mai il cuore per paura del dolore.

I tempi attuali mi stanno scardinando le certezze nel mio futuro semplice, umile, non facile ma bello a modo mio e ti mostrano la bruttura del mondo umano sotto mille forme e ti senti angosciata e il caldo infernale lo amplifica ma tu non molli e continui a fare progetti.

Basta mi sono detta all'alba, 32 anni fa donavo alla vita un'altra figlia, nuove energie e la vita mi ha detto nel tempo che avevo fatto bene perche' e' la mia consolazione insieme ai fratelli e nipoti e si va avanti perchè l'onnipotente uomo pensa di sapere ma non sa quanti giri fa una boccia come diceva mio padre ad indicare che siamo solo nelle mani chi sa muovere i fili come burattini della vita quindi ho deciso che mi riprendo il mio posto, spero solo che il burattinaio tenga presente che ho una certa età, mille battaglie sulla pelle e profonde cicatrici e si dia una regolata su quello che vuole da me ma io torno in gioco che se aspetto che siano gli altri a decidere per me che sia clima o altro io finisco prima del tempo il mio viaggio.

Prendo la mia vita in mano e ricomincio e fanpaninofritto a tutto tanto non morirò un secondo prima di quanto la vita ha deciso per me, meglio vivere come se ci fosse ancora tanto tempo davanti a me.

Riapro la macchina non so come pagherò la bolletta del condizionatore ma a settembre ci voglio arrivare viva il resto lo affido alla vita si prenda le sue responsabilità che io mi gioco le ultime carte per vincere in serenità!








[ 1 commento ] ( 2 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 0 / 0 )
E' sempre amore 
1956 Zena era una cucciola di incrocio di razze credo che sia stata la prima cosa che ricordi. Nera, taglia media, un gran cane da caccia e compagna di tutti i miei giochi, compreso la scoperta dell'uncinetto fino ai miei 16 anni.

Nel 2000 il primo infarto di mio marito e arriva Web, il veterinario ci chiede come ci sia venuto in mente il nome e la dice lunga come 22 anni fa nessuno sapesse nel quotidiano cosa fosse la rete.

E' stata la costrizione per camminare di mio marito post infarto e come lui se ne e' andato esattamente un anno dopo per crepacuore come diceva il veterinario.

Web ed io lui portava il nome ed io camminavo nel web vero da sola a parlare di maglieria e a lottare per far vivere mio marito al meglio e più a lungo possibile era l'altra parte di me quell'uomo, la migliore parte di me e abbiamo lottato tutti insieme.

Habana arriva esattamente 4 giorni dopo la morte di Web, non sapevo vedere la mia vita senza un cane.

Abbiamo scritto i miei libri con lei infilata sotto la scrivania, ha asciugato le lacrime del mio dolore e delle mie preoccupazioni poi a Natale il primo guaio alle zampe dietro.

Curata con amore abbiamo ripreso il via poi una ventina di giorni fa una mattina non si è più sollevata le zampe sono andate via del tutto.

Il veterinario dice che devo fare una scelta o accompagnarla nel suo lento declino o tirare giù la saracinesca.

Non ha dolori, è viva e vitale e ho continuato ad accompagnarla e sollevare a peso morto 40 chili svariate volte al giorno, lavarla, cucinare per lei bocconi dietetici, portare l'acqua, attenta ad ogni sua richiesta e quello che nessuna morte e infermità fisica era riuscita a farmi fare ci è riuscita una compagna fedele chiudere il web e la macchina.

Per qualcuno sono una con poco cervello per altri sono una guerriera io penso solo che sarà lei a farmi capire quando è ora di separarci per ora ci stiamo costruendo una quotidianità e forse riesco anche a riaprire la mia vita nel web.

L'amore per la vita mi sta insegnando cosa sia, come io ho lottato per non consegnare alla morte mio marito così il cane combatte per non lasciarmi da sola e si va avanti finche' la vita non decide per noi due.



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3.6 / 25 )
Ci vuole amore 
Quando ero nel buio profondo della morte prima dell'uomo che amavo da sempre e poi dal suo cane ci ho impiegato 4 giorni a trovare lei, la mia compagna di vita a 4 zampe.

8 anni a vedermi ricostruire una vita e lei discreta e attenta alle mie necessità sempre silenziosa e paziente.

A Natale difficoltà nel camminare, problemi articolari, qualche settimana ed e' tornata quasi in totale funzionalità motoria, respiro di nuovo ma il peggio doveva venire.

Una settimana fa le zampe dietro si sono paralizzate ed abbiamo iniziato a combattere, lei di lasciarmi non aveva nessuna voglia io nemmeno di lasciar andare lei.

Il veterinario fa la ola per noi, il nostro primo fan, ho smontato il soggiorno dagli ingombri ora ha spazio e l'ho trasformato in sala allenamento recupero zampe.

Magnetoterapia, massaggiatore mio che al posto della cellulite massaggia le zampe che è una meraviglia.

Nessuno mi aveva mai fatto chiudere la macchina per più di qualche giorno, lei ci è riuscita.

Lavo e pulisco l'ambiente, la sollevo e 45 chili non e' facile ma lei mi aiuta con le zampe davanti ed unite io, mia figlia e Habana si lotta insieme alternando speranza a momenti di scoramento, ci si aiuta a vicenda e si va avanti.

Non so come finirà e quando ma so che il mio cane mi sta insegnando a combattere per l'unico vero valore umano e del creato: la vita.

Perdonate l'assenza ma sto combattendo una grande battaglia d'amore per la vita perchè comunque vada io non abbia reso quello che mi è stato donato da 4 zampe del mio cuore.:)



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.5 / 15 )
Il buio e la luce 
Ci siamo riusciti, a forza di seminare odio di sputare in faccia alla vita sempre scontenti sempre a volere di più, prima il virus ora la guerra ma complimenti al cuoco ci siamo confezionati con ogni nostra singola azione un bel piatto amaro.

La macchina di solito mi porta fuori dalle brutture, ora mi fa chiedere per quanto potrò ancora usarla.

Ho sempre pensato di avere il tempo necessario per scrivere un lungo libro che raccogliesse tutte le informazioni che ho acquisito negli anni sulle artigianali da lasciare in eredità come segno del mio passaggio ma se scompare tutto non credo che serva eppure non mollo.

Mi rifiuto di pensare che ci portino all'estinzione tanto per riequilibrare le ricchezze della terra, dice che siamo troppi, cresciuti a dismisura per i potenti il fatto che dove si mangia in 2 si puo' mangiare anche in 3 non funziona...se lo dicono loro sarà vero, almeno dal loro punto di vista.

I chili di troppo, la massa grassa potrebbe essere una buona scorta per i giorni di fame a cui attingere se va avanti così.

Sono realista non disfattista eppure non mollo anche se avrei l'istinto degli ultimi giorni ovvero smettere di pagare e fare ma invece continui a fare perchè nel tuo profondo sai che oltre l'uomo c'è di più e se e' sopravvissuto fino ad ora con immensi orrori ma e' sopravvissuto succederà anche nel nostro tempo.

Me ne frego chi ha torto e chi ragione, chi ha fatto e chi ha preso senza fare molto per la legge del più forte.

Non mi arrendo e continuo a fare e a pagare i miei conti finchè non dovrò arrendermi ma la mia anima non se la prenderanno io ci credo ancora nell'amore come forza motrice della vita e non diventerò come loro, aridi calcolatori sulla pelle degli altri.

lavoro alla mia ultima maglietta nera, che se non mettevo un po' di colore non sarei riuscita ad indossarla, c'e' tanto buio che serve luce almeno nei vestiti.

Speravo di averne di tempo ancora un po' per godermi ancora la mia vita semplice ma bella e piena d'amore ma hanno deciso che non sapendo come costruire meglio distruggere eh va bene ma non mi arrendo. Che il cielo li perdoni tutti nessuno escluso e andiamo avanti con forza e coraggio che i miracoli li facciamo noi , il cielo ci aiuta solamente e il mio miracolo personale e' non arrendermi oltre l'uomo c'e' di più e oggi finisco la maglietta, faccio un altro video e poi si vedrà. Un giorno alla volta sperando che nessuno spinga il tasto con la scritta game over che a forza di fare video giochi hanno perso il senso della realtà. Le persone non sono avatar su uno schermo ma vivono, amano, soffono, crollano, si riprendono. Confido nella vita e vado avanti a parlare di maglieria forse posso donare attimi sereni e questo alle volte basta per stare meglio. Fede speranza e carità e vado avanti con amore, altro non posso fare.






[ 1 commento ] ( 6 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 23 )
Tanto tempo fa 
Sono passati 20 anni da quando l'idea di un sito mi aveva catturato, qualcuno ora mi dice che sono vecchi i siti come idea, che va di moda il vedi, mordi e passa oltre.

Sarà vero ma non per la maglia a macchina, vedere un video ma non sapere come aprire la macchina che ti sei comprata solo perche' dai video sembra facile usarla, te la fanno richiudere presto.

La maglia a macchina e' un mestiere quello della maglierista e' peggio di quello della sarta, mestieri scomparsi come quello dello spazzacamino ma se ti piace ti rende felice.

Non ci sono riuscita nel 2007 a creare quello che volevo io come sito ma ora posso e l'iniziato.

Per chi apre la macchina provo ad aiutare dall'inizio tutto in sequenza poi sarò libera di fare come voglio ma provo a lasciare qualcosa di utile sequenziale per chi una macchina vuole usarla.

Non ci saranno scuse, si scoprirà se piace o meno se qualcuno ti guida piano piano, senza correre che tanto anche se vivi 10 vite non hai finito di imparare a fare.

Prima lezione chi vuole trova tutto nel sito, su youtube, nel forum per intervenire.

Ho anche riaperto per amore di alcune persone un gruppo su FB ma se vuoi imparare davanti alla macchina devi stare.

Io eseguo il progetto con tante ore di lavoro dietro ad ogni video ma il resto lo fa la passione o ce l'hai o non ce l'hai, possedere una macchina o godersi una macchina sta a noi farlo.




[ 1 commento ] ( 10 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 25 )

Altre notizie