Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 31

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 37
Creazioni Artigianali Or
Uscire dal grigio 
e' un colore che odio il grigio se non e' grigio ferro, il grigio chiaro standard e' un colore senza carattere per me, fuorviante scivolante fra le dita senza personalita', il grigio ferro e' duro deciso ha preso una posizione quel che costi costi ci mette carattere anche abbinato ad altri colori chiari o scuri predomina sempre, bene devo lasciare il grigio chiaro in cui sono caduta o il 2013 vedra' la mia sconfitta e annullamento personale, ieri sera ho pianto per ore il pianto di chi non capisce, di come un amore grande non ti lasci nella mente ricordi ma solo pensieri devastanti, mi immalinconisce sempre l'anno che finisce, per carita' sempre faccio i miei doveri, ma non riescono gli anni che passano a lasciarmi quel senso della pienezza del vissuto, questo poi mi ha fatto pensare di aver sprecato anche tutti quelli passati, non avendo salvato niente dell'unica cosa che volevo non e' facile lasciarlo andare, eppure e' stato l'anno "del niente sara' piu' come prima" della separazione tanto temuta e sono ancora qui vestita di grigio anonimo chiaro mi confondo con la nebbia che si si insinua ovunque ti impedisce di vedere, e' umida disperata incupisce l'animo, mahhhhhhh che dire al 2012, ah si gli anni come il tempo li ha suddivisi l'uomo per necessita' mentale, come alla morte ha dato un volto una definizione di fine e se invece fossimo privi di orologi segna tempo, di giorni e la morte fosse una cosa normale un passagggio naturale di un viaggio eterno che bello che sarebbe e chi lo dice che il nostro spirito non conoscera' ancora dopo di essa migliaia di cambiamenti...una speranza ci deve essere per l'affrontare il qui e ora!



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 655 )
Se guardo 
il calendario nuovo il primo di gennaio penso sempre che sara' un anno lunghissimo sembra infinito e arrivi a fine anno e pensi che e' durato un paio di giorni, come catalogarlo l'anno che se ne va? Senza odio l'anno della fine del mondo che grazie al Cielo e' stato solo per me e tanta altra gente ma non per tutti, quindi gia' non e' una cosa bruttissima, si chiude con dolore ma ne ho chiusi tantissimi con dolore, con insoddisfazione certo c'era la speranza che il mio piccolo mondo migliorasse, quest'anno di buono c'e' un unica certezza puo' solo che migliorare o finire del tutto per me, nel senso o mi riprendo una vita degna di questo nome o lascero' senza star a parlare di salto quantico ( quella teoria new age che chi si evolve nel pensiero e nello spirito passa su un'altra dimensione) questa terra, gia' in questo ci somigliamo con mio marito ( continuo a scrivere mio perche' ancora a tutti gli effetti lo e' nel mio cuore e me ne frego se la legge dice che sono tornata libera) noi le vite non vissute non ci piacciono le cambiamo da soli le dimensioni, gia' noi siamo dei fai da te anche in questo, pero' mentre scrivevo un flash ha attraversato la mente, il mio corpo a pezzi il mio corpo infelice, castigato, mortificato negli anni dal dolore non e' d'accordo perche' la mia mente mentre scrivo mi fa vedere rocche di lana che sono di sotto e mi aspettano, aspettano di essere liberate dal cono che le imprigiona, manca poco due giorni...lunedi e martedi perche' il 2 gennaio io provo a vivere, mi regalero' qualcosa che non porto piu' da anni una gonna, ho belle gambe che non scopro piu' da tanto (tranquilli non sono impazzita gonna lunga) man mano che mio marito smetteva di vivere io mi mortificavo nel fisico, credo che che insieme allo spirito sia tempo di dare spazio anche al corpo, mi sono resa conto di essere diventata lo specchio della vita di un altro, anche in questo!


[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 558 )
Comincio seriamente 
ad essere preoccupata per il mio ginocchio ho notato che ormai somatizzo tutto li', gia' a seconda dello stato d'animo mi fa piu' o meno male, i pensieri che attraversano la mente cambiano il mio modo di sopportarlo pure, credo di essere realmente piena di rabbia rancore realmente sono stata tradita realmente credo che se non usciranno fuori tutte le tossine sara' un problema come li butto fuori da me anni di rabbia gli anni a lottare con qualcuno che non voleva piu' vivere e aspettava di morire, dandomi ogni tanto il contentino in affetto e cose materiali purche' non rompessi le scatole? Ho visto donne morire continuando a badare alla famiglia fino all'ultimo respiro, uomini e donne anche nel male siamo diversi e cos'e' il male fisico se non un dolore dell'anima eh gia' io ho un dolore dell'anima, forte enorme lo specchio mi rimanda l'immagine di questa donna sfinita senza vita a trascinarsi nelle illusioni di farcela e non sta combattendo contro il dolore della morte fisica ma contro la rabbia di aver investito tutto in un rapporto dove pensava che amore e dedizione avrebbero fatto miracoli, e' l'essersi sbagliata che fa male non accetto di aver perso secondo me e' cosi' ho perso perche' nonostante tutto l'impegno, la dedizione, i sacrifici, l'annientamento personale , l'aver vissuto soddisfacendo i sogni dell'altro l'unica cosa che volevo non l'ho ottenuta, niente amore come volevo io, mi sono sbagliata e io per carattere non so perdere, e ho perso invece, BENE che voglio fare oggi con un ginocchio che non mi fa muovere, con una rabbia che non tengo piu' a bada, voglio implodere ammalarmi come fanno tanti cosi' la faccio finita o mi tiro su e accetto quel che e' stato e ricomincio da me con quello che di buono mi e' rimasto nella vita?


[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 548 )
Fase ...non sembro io 
IO sono eterno movimento e energia dal moto io mi ricarico, dall'immobilismo io vado in apnea da stallo, il cane che si morde la coda mi sembro in questo momento, nell'immobilismo di questo momento dove io sembro un cavallo purosangue legato ad un paletto le cose si stanno facendo difficili per il mio fisico, e' durante le festivita' in questo lungo mese dove le cose sembrano cambiare la dimensione delle energie e l'inverno profondo con il suo buio , le giornate che durano attimi, che pensi a come i giorni scorrano veloci, a me durano 10 minuti e sembra che si rubino la mia vita, non scherziamo per favore mi dico andando a letto qui sembro una vecchia all'ultimo stadio che aspetta che arrivi la signora con la falce, cosa sono le cose che mi fanno stare bene?
Sono molte e una in particolare l'energia del fare e costruire, io sono un costruttore di idee del movimento senza costruire e vederne il risultato mi spengo, credo che stia finendo la fase immobilismo, mi e' caduta addosso una montagna ci sono rimasta sepellita sotto, l'aria per respirare arriva da una fessura, ma non vedo il cielo sopra di me, lo immagino, blu cobalto con nuvolette bianche mi sogno anche l'aria fresca sulla pelle ma sono immobile ancora sotto la terra, ho fatto di tutto per non respirare polvere per non soffocare, perche' quando ti crolla addosso una montagna non puoi spostarti non c'e' fuga possibile, la prendi addosso e cerchi di salvarti, sono viva mi sono salvata sono grata alla vita ma e' il caso di cominciare a scavare, l'aria sta finendo, non diciamo eresie nessuno ti salvera' se non lo fai da sola, ti terranno compagnia con le voci con i suoni, ma sta a te scavare per uscire e arrivare a vedere di nuovo il cielo e riempirti i polmoni d'aria e gli occhi di luce, e c'e' un modo solo tornare a FARE E COSTRUIRE, PERCHE' NON MI SERVE PER FARMI DIRE BRAVA DAGLI ALTRI, ma serve a me per ESISTERE!


[ 2 commenti ] ( 12 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3.1 / 705 )
La formula magica 
C' e' una formula magica per i reumatismi o meglio per un ginocchio che dopo una caduta di 2 anni fa ogni volta che l'umidita' la fa da padrone io mi ritrovo bloccata?

Non aiuta il risveglio il non camminare ma un sorriso e ce la faro' piano piano urlo dopo urlo ...ho fatto un sogno strano, prima sono passata nei luoghi dove abbiamo abitato, diventati diversi, le case dove abbiamo vissute e abitano altre persone, mentre volevo comprare in un negozio un completino grazioso per mia nipote che pero' non andava bene di misura e sentivo le sue risate in lontananza sono finita a comprarmi un vezzoso mini cappellino per me in tulle scontato del 17 per cento,( resto nel risparmio anche nei sogni) totalmente inutile nel presente, poi mi sono detta e vabbe' mi piace prima o poi mi servira' e intanto continuavano le risate di Giulia in lontananza, ero sola a comprarmi qualcosa di inutile ma che mi stava dando un piacere...sogno molto eloquente il subincoscio mi consiglia di lasciar andare il passato che nemmeno riconosco piu' e di pensare al futuro e comprare un cappellino che forse un giorno servira'...un passo alla volta ci sto arrivando alla separazione mentale.... potrei separarmi dai reumatismi....credo che anche quelli saranno sconfitti a breve appena mi libero delle costrizioni mentali smettero' di somatizzare ...complicata la ri-nascita!



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 704 )

Indietro Altre notizie