Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 31

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 37
Creazioni Artigianali Or
Il potere delle passioni 
Quando qualcuno o da sola non ricordo mi mise in mano un uncinetto e te la dice lunga il fatto che nessuna donna di casa lo sapeva usare, io ho iniziato un cammino d'indipendenza e voi vi chiederete e come associamo l'uncinetto all'indipendenza e' facile ve lo spiego, e' stato il modo per conquistare nella vita l'indipendenza profonda del mio io, perche' se nessuno lo sa fare tu devi cavartela in molti modi e 45 anni fa mica c'erano i tutorial sul web, ma c'erano riviste specializzate che piu' o meno erano identiche.

Si rubavano i mani di fata e i rakam alle madri delle compagne di scuola, alla bidella che andava in giro con un gomitolo di cotone e l'uncinetto nella tasca del grembiule blu alle medie, povera Gina quanto l'ho torturata, quante sfide , il primo centro tavola a mamma che ancora lo conservava fino alla sua morte, ecco sfidarmi farmi entrare nell'animo la lotta conme stessa per migliorarmi mi ha formato il carattere, mi ha portato sfidandomi e non perdendomi d'animo a farlo anche nella vita negli atteggiamenti di tutti i giorni, certo e' carattere predisposto dalla nascita ma io l'ho affinato e poi mi sono sfidata con mille altre cose, e ho formato il carattere combattivo che mi ritrovo, ti alzi la mattina e pensi che dovresti aver paura per la solitudine, la vecchiaia che dovrai affrontare da sola, finire di crescere una famiglia, pochi soldi etc etc e invece ti dici "oh una alla volta chi se ne frega le affrontero'...trovero' la soluzione" ma questo viene dalle mille prove affrontate nelle sfide personali, non ho mai permesso di essere prevaricata almeno nelle passioni e ora ne raccolgo i frutti, non ho paura forte e sicura nelle difficolta' e lo devo anche alle mie passioni se vado avanti quasi serena!


[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 689 )
Una certezza 
mi sono svegliata dicendomi ...su Ortenzia ... che domani sarai piu' vecchia vivi al meglio oggi, un pensiero strano di risveglio, di solito non si pensa mai che il giorno dopo, la settimana dopo, il mese dopo, l'anno dopo e via di seguito comportera' che non si è più quella di oggi, c'e' gente che accumula ogni sorta di cose dai soldi alle case agli oggetti per il tempo che verra' che ci fai con un tempo che non esiste se esiste solo qui ora, gia' corriamo come dannati facciamo progetti a lungo termine andiamo sempre a vivere nella casa del futuro e mettiamo ragnatele in quella del presente, un giorno .... un giorno quale chi mi assicura che ci sarà, certo e' importante mettere le basi per un ipotetico futuro, ma realmente se vivo tesa al futuro e non al presente che vivo a fare?

Dieci minuti fa c'era il vento e un cielo che erano nuvole bianche con tendenza a nuvole nere ora diluvia, il vento e' diventato forte le nuvole basse la pioggia sferza la terra...in 10 minuti e cosi' e' la vita tutto sembra immobile noi ci sentiamo padroni di noi del tempo che passa poi c'e' sempre il vento che cambia e' niente e' come prima e allora cogli l'atttimo il piacere del momento di esserci, qui e ora!
Il bello di un'età adulta e' che puoi smettere di correre come una pazza ma tu nella tua testa lo vivi come se fossi sempre di corsa come vent'anni prima ed invece sei in un tempo nuovo ..il presente...lasciar andare emozioni e ricordi immergersi nella luce magari plumbea come oggi e dire... ma che meraviglia ci sono, esisto un giorno nuovo donato dall'universo speriamo di non sprecarlo e di concludere qualcosa di positivo se poi servira' anche per il futuro meglio!



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 707 )
Le mie mani 
non sono belle, leggendo un po' in giro sulla forma delle mani dice che sono mani di terra, mani che lavorano sodo eccome e' vero, ieri sera le guardavo finire la copertina all'uncinetto, mi dicevo davvero non sono belle ma quanto le amo le mie mani, nell'arco della giornata fanno mille cose diverse non si tirano indietro, ogni tanto le faccio scottare o sanguninare, graffiate piu' di quanto si meritano ci si pensa poco all'utilizzo che facciamo di parti del nostro corpo, prima di dormire pensavo a quanti migliaia di chilometri di filo hanno intreccitao, a quanti piatti hanno lavato a quante volte ho messo loro in mano il ferro da stiro, spesso viviamo non pensando a quante cos efacciamo ai movimenti e ai gesti che si ripetono ogni giorno, sara' un po' strano ma sono grata al mio corpo per la fatica e gli sforzi a cui lo sottopongo, non lo riempio di creme e cremine (ma mi evito 551 additivi giornalieri che tutte le donne mettono sulla pelle dice l'Ansa in un servizio), non ci bado molto a lui e' il contenitore per me del mio spirito, ma da qualche settimana sta cambiando la mia visione, come lo spirito anche il mio corpo e' in mutamento, meno dolori, sto riprendendo la mia eta', non lo guardo piu' come qualche mese fa, lo vedo meno invecchiato, e' stato molto bello il mio corpo negli anni passati, non l'ho curato eccessivamente il giusto per non sembrare trascurata ma comincio a capire che anche lui ha bisogno di me, i capelli bellissimi della mia giovinezza sentono anche loro il vissuto degli ultimi anni, i bianchi mi fanno tenerezza e' il tempo che passa, ma urge il parrucchiere, piano piano riprendo a vedermi oltre che a sentirmi, sembra il risveglio di un gigante sopito che comincia a sgranchirsi, si va alla riscoperta di qualcosa che sta cambiando!


[ 3 commenti ] ( 24 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 752 )
Cio' che semini 
raccogli, si dice, e credo che fondamentalmente sia vero, la nostra vita e' la somma almeno in parte secondo me delle nostre azioni del cuore, quelle delle mani e della testa sono importanti ma sevono a mangiare, dormire, avere un tetto sulla testa, dei soldi i gesti dal cuore,servono a vivere, perche' puoi avere una vita piena di ricchezze materiale ed essere piu' povero del povero che viene amato dai suoi simili, alla festa di Giulia nessuno ha dimenticato quanto era dura per me essere lì a gridare ed applaudire Giulia con mezzo cuore, si sono fatti leggeri i miei figli e i miei consuoceri, come se fosse un giorno normale di quelli vissuti sempre ma negli occhi c'era la domanda sommersa, tutto bene? Si gente tutto bene, no non e' vero ma va bene, se perdi un amore che hai curato per 39 anni non puo' andare tutto bene nel tuo cuore, ma capisci che l'amore ha mille volti e riempe il cuore in mille modi, io ho seminato solo amore anche se rabbiosamente ora qualche volta esce fuori e dirompe la rabbia, sto imparando a scinderla in parti ed analizzarla, perche' io voglio continuare a seminare amore, l'amore richiede prima di tutto una scelta di vita, dice il Vangelo o Dio o Mammona (l'attaccamento al denaro e i suoi derivati) mi sto rendendo conto che tutta la vita si basa su queste due possibilita' non sto dicendo che i soldi non sono importanti fidatevi vi tolgono il sonno, ma un conto e' vivere accontendandosi di quello che si ha e vivere il resto con amore un conto e' vivere mettendo al primo posto la ricerca del denaro, entrambe le situazioni richiedono una scelta.

Anni fa si scelse l'amore, nei giorni di difficolta' estrema noi eravamo felici e sereni lo stesso perche' l'amore riempiva cuore e pensieri e ieri sera circondata da cio' che avevo seminato nel tempo mi sentivo protetta, in una bolla d'amore, non sono pentita e non permettero' mai che il dio aureo rovini l'incanto dell'amore, perche' senza soldi si sopravvive senza amore no!


[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 719 )
Auguri Giulia 
Sembra ieri o un'infinita' di tempo fa che Giulia e' arrivata nella mia vita, bella solare piena di energia da vendere, caratterino formato deciso di chi sa cosa vuole, mi ci riempio gli occhi e il cuore a guardarla, era venuta al mondo sorridendo e facendo piangere noi 4 nonni come fontane sulla sua culla appena nata, e' stata ed e' uno di quei pensieri belli che scaldano il cuore ( di Massimiliano parlero' al suo compleanno), ho riletto il blog stamattina, oggi al suo compleanno ci vado sola e' la prima uscita senza un pezzo del mio cuore ma ho l'illusione che il nonno ci sara' con me a festeggiarla, ecco le separazioni diventano estremamente dolorose quando vivi qualcosa che sai che il tuo amore era identico a quello dell'altro, la coraggiosa OR quella che combatte ogni giorno per non farsi schiantare il cuore dal dolore oggi deve affrontare qualcosa che la riempie di gioia ma ha paura a viverlo, la prima vera uscita dal bozzolo di protezione che si e' costruita per sopravvivere, gli occhi di Giulia quando mi guardano brillano abbiamo una complicita' tutta nostra senza smancerie io il ruolo di ti aiutero' ad affrontare la vita e lei quella che si affida e si fida, poi pero' dal 13 di ottobre mi guarda strana, sente il mio dolore come cucciolo istintivo capisce che quando le apro le braccia insieme alla gioia c'e' infinito dolore che mi spacca il cuore, mi sembra di fare qualcosa che ruba anche la gioia di un'altra persona, so che amore infinito ci fosse fra Giulia e Mauro alle volte mi succede di abbracciarla e piangere con un dolore infinito nel petto, come se l'abbraccio non fosse mio e nemmeno il dolore, suggestioni della mente, suggestioni di un'anima sensibile, incartero' i regali i primi non scelti con il nonno, mettero' su il sorriso di gioia che mi procura andare alla sua festa e prima di uscire chiedero' ...Mauro vieni alla festa di Giulia? E lascero' che la mente si illuda per qualche ora che e io e Mauro siamo ancora li a riempirci il cuore del sorriso di Giulia!


[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 763 )

Indietro Altre notizie