Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 31

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 37
Creazioni Artigianali Or
Ortenzia amore e maglieria 
Il corriere porta la copia del mio libro mentre io combatto per trovare un accordo fra l'agenzia immobiliare e mio cognato sulla vendita di un piccolo appartamento, cedo se voglio liberarmi del passato, la mia quota mi permetterà di abbassare la rata del mutuo di un centinaio di euro su 12 anni è lì davanti a me semplice semplice la copertina, minimalista alle 2 del pomeriggio mentre il telefono squilla ogni 2 minuti e tu cerchi di leggere quello che hai scritto e scopri che sei stanca tanto stanca che non sogni viaggi o denaro ma sogni la mente vuota scevra da pensieri vuoi solo poter tornare nel tuo mondo davanti ad una macchina senti il tuo corpo che si ribella a dover risolvere i problemi del passato che sai bene che se non chiudi non riuscirai a guardare avanti.

Ci sono tanti giorni della mia vita in quelle quasi 300 pagine, vedi il tuo mutamento nel tempo, leggi come un lettore e pensi pure che sia stato facile arrivare ad esistere almeno nel web con le tue passioni, ma non lo è stato nemmeno nel web e ti chiedi come sia possibile che per me ci sia sempre e solo la lotta e mai il raggiungimento di niente, perdi pezzi ma non raggiungi niente eppure ora esisto secondo me, ho lottato per uscire dal ruolo della casalinga che viveva nel lavandino, dentro una lavatrice, sopra ad una pentola, da quello di madre a disposizione, di figlia ubbidiente, di moglie attenta, ma non c'è gioia solo leggi quando hai combattuto ma non senti di aver raggiunto nulla perchè ti manca tornare libera dietro ad una macchina, hai costruito un mondo per gli altri ma hai perso il tuo di base e a quello speri di tornare.

Perche' scrivere un libro che racconti la tua lotta nel web perche' nessuno ricorderà che sono esistita di quanto ho lottato ma un libro magari per 10 persone permetterà che non vada perduto per qualche tempo il ricordo di quello che ho fatto per gli altri anche se ero partita per farlo per me per esistere fuori dal bucato, dal cucinato, dall'esserci per tutti eppure all'improvviso vuoi solo tornare a casa davanti ad una macchina per tornare a vivere per te... un lungo viaggio che volge al termine ho dato tanto anche troppo per qualcuno si ho letto le quasi 300 pagine ho ricordato, visto, analizzato il bello e il brutto della mia vita e del web tutto e sempre con il cuore e la passione e avrei bisogno solo di un abbraccio di qualcuno che fosse in grado di ridarmi forze, mi abbraccerò da sola chi apre nuovi mondi e' sempre solo :)



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 636 )
Poi torno a casa 
Sono partita da qui dal mio blog nel 2006. non sapevo nemmeno mettere le foto quando, ho fatto un viaggio incredibile, un sito, You Tube, un gruppo su face Book, un gruppo tecnico per studio modello, ho scritto 3 guide, ho aperto un altro sito per costruire modelli,ho incontrato tante persone e alla fine del viaggio torni a casa, apri un forum per chi vuol parlare di maglia a macchina, lasci un gruppo ormai autosufficente a gestire se stesso e tu torni davanti ad una macchina perchè quello e' il mio piacere assoluto e nessuno me l'ha tolto mai, nè la morte nè il male perchè finchè mi stupisco da sola tutto per me ha un senso.

Sono a casa nel mio blog, davanti ad una macchina, sono ricca di esperienza e mi sento come a 17 anni con la voglia di scoprire che mi riserva la vita, ho incontrato il male, la morte, la gioia e' venuta insieme a loro nel costante gioco della vita ma ritorno qui dove mi sento a casa, per me con me, ho mostrato mondi ora è il caso che chi vuole si dia da fare io ho fatto quello e molto più di quello che potevo!

La foto e' saltata fuori da una vecchia rivista, dopo che avevo finito di correggere le 200 pagine che raccontano il mio viaggio nel web Ortenzia amore e maglieria le lotte della mia vita per donare a gli altri le ali per volare in un mondo sconosciuto, ho mantenuto l'impegno ora sono libera ricomincio da me per il mio piacere!

)

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3.1 / 579 )
Perchè io? 
Signore perchò io, perchè hai scelto me mi chiedevo da qualche giorno come una cantilena e credo che ce lo chiediamo prima o poi tutti quelli che costruiscono qualcosa, tutti quelli che combattono per uno scopo che non sanno nemmeno loro perchè e a quale fine.

Ero qui nel 2006 sono qui nel 2015 nel web attiva c'ero da molto prima una lotta prima per esistere poi prigioniera di quello che ho iniziato a costruire ora mi invento anche un Forum per aiutare di più mi si triplica il lavoro la domanda e' sempre la stessa Perchè io, non ricavo denaro a mala pena con le guide pago le bollette energia per i video perchè non riesco a smettere perchè e' toccato a me Signore?

Poi arrivi all'ultima parola di Ortenzia amore e maglieria e scopri che hai trovato il coraggio di mandarlo in pubblicazione e hai capito e ti arrendi al cielo o all'universo il compito di indicarmi la via io provo a superare i burroni e le strade piene di spine se per qualcuno io rappresento gioia uno su mille ma per quello vado avanti:)

[ 1 commento ] ( 35 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 548 )
I gesti dal cuore 
Un organo preposto alla vita il cuore, un organo che subisce due diversi stati di malattia quello legato al suo funzionamento ma anche l'associazione allo spirito che soffre.

Il cuore recitavano i libri di scuola dice che e' un organo involontario cioè come il respiro va da solo senza che noi lo si controlli in qualche modo lui pompa e noi viviamo poi lo associamo anche all'amore, mille frasi fatte dove lo tiriamo in ballo, ti amo con tutto il cuore, un dolore spacca cuore, mi fai battere veloce il cuore etc etc etc e pensiamo che tutti i gesti d'amore abbiano sede nel cuore, mi capita spesso di pensare che tutto quello che faccio lo faccio con il cuore come a dire con amore, con passione, con affetto senza pensare al ritorno in denaro fare gesti dal cuore per rendere la vita migliore a qualcuno.

Lo sanno bene chi mi conosce che dono amore senza che mi venga chiesto ma un giorno ho scoperto che se doni amore non si apprezza anzi il contrario e in poco tempo tutto è dovuto, si perde la visione del dono e si pretende sempre di più e il cuore stanamente a quel punto va in sofferenza non si alimenta con il ritorno di altro amore e alla fine rischi che si svuota e ci si ammala.

L'ho provato in famiglia e ne sono uscita spesso malata e senza forze nel dare e fare gesti d'amore che finchè vengono apprezzati e ti si regala nuovo amore tu pensi di essere invincibile senza il ritorno alla fine ti svuoti e diventi cattiva perchè nessuno lo apprezza.

Ne sono uscita dal problema ora so che i gesti del cuore per continuare hanno bisogno di altri gesti dal cuore una specie di cerchio che si autoalimenta e mai come in questo momento sembra che non servino a niente come se appartenessero alle persone deboli e senza carattere ma è l'inverso!

Pensavo che chi dona gesti d'amore fosse apprezzato e compreso ma viene compreso solo dai suoi simili ovvero da coloro che usano fare gesti del cuore.

Quando vengono rifiutati e derisi o semplicemente si pensa che siano dovuti per il proprio egoismo personale chi dona ha un'arma potente ... semplicemente smette di dare con il cuore e seleziona le persone a cui dare!

Non si possono donare gesti d'affetto a chi non vuole o li pretende senza dare niente in cambio e spesso sputa sul gesto, come diceva un uomo 2000 anni fa "esci dalla casa di chi non ti vuole scuoti i sandali fino all'ultimo granello di polvere" e mi sembra giusto e allora esci dalla casa di chi tutto pretende senza donare niente e vai in altri posti dove i gesti del cuore siano apprezzati dove incontrare altre persone che ne fanno altri e si alimentano i gesti di entrambi.:)

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 548 )
L'egoismo dell'età 
Ma secondo te sono egoisti tutti i vecchi? Non lo so ho risposto alla mia amica ma comincio a comprendere il senso di questa parola "egoismo", perchè non ho più 20 anni da quasi quaranta!

Perchè ostinarci a pensare che ogni stagione della vita sia uguale, nessuna si somiglia si cambia si assumono atteggiamenti diversi a seconda dell'età e l'egoismo se per tale si intende proteggere se stessi appartiene senz'altro alla stagione finale come non mai nelle altre stagioni.

Prendi coscienza delle tue difficoltà man mano che i tuoi organi invecchiano e a quel punto scatta la molla a protezione della salvaguardia della tua vita perchè capisci subito e all'improvviso che il tempo sta finendo, quando infilo un ago per cucire o la macchina da cucire e non ci metto più qualche secondo capisco che mani e occhi stanno invecchiando perchè non proteggerli e vai a comprare aghi più grossi e pensi che devi mettere gli occhiali , quando preparare un pranzo per molte persone ti sfinisce e ci metti una settimana a recuperare tu pensi che non inviti o andiamo al ristorante e via di seguito.

Non chiamiamo egoismo dei vecchi chiamiamolo salvaguardia dell'età , il giovane che si sente immortale non capirà mai la fragilità di un corpo che si prepara con maggior vigore a decomporsi e ognuno si difende come può anche dicendo dei no che non vorrebbe dire.

mai avrei pensato che raggiungere la laurea fosse un punto di fermo nella mia vita ma il mio corpo ha deciso che ha bisogno di un tempo per ricostruire energie e io nell'egoismo della mia età lo assecondo finito il tempo dell'onnipotenza giovanile cominci ad ascoltarti sai che che il caldo e' il fattore che ti inginocchia perchè non mi si venga a dire che non stiamo in un tempo climatico difficile, ma fondamentalmente tu vuoi stare solo bene con il tuo corpo e se servono giorni di riposo me li prendo il mondo va avanti anche senza di me, tutti necessari ma nessuno indispensabile se non a se stesso.

Parola che uso in questi giorni ozio nel senso faccio quello che voglio se lo voglio se ne ho le forze e andiamo avanti e se serve egoismo di salvaguardia senza sensi di colpa perchè il dono assoluto e' la propria vita e si ha il sacrosanto dovere di onorare il dono ricevuto secondo me;)



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.6 / 678 )

Indietro Altre notizie