Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 31

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 37
Creazioni Artigianali Or
L'egoismo dell'età 
Ma secondo te sono egoisti tutti i vecchi? Non lo so ho risposto alla mia amica ma comincio a comprendere il senso di questa parola "egoismo", perchè non ho più 20 anni da quasi quaranta!

Perchè ostinarci a pensare che ogni stagione della vita sia uguale, nessuna si somiglia si cambia si assumono atteggiamenti diversi a seconda dell'età e l'egoismo se per tale si intende proteggere se stessi appartiene senz'altro alla stagione finale come non mai nelle altre stagioni.

Prendi coscienza delle tue difficoltà man mano che i tuoi organi invecchiano e a quel punto scatta la molla a protezione della salvaguardia della tua vita perchè capisci subito e all'improvviso che il tempo sta finendo, quando infilo un ago per cucire o la macchina da cucire e non ci metto più qualche secondo capisco che mani e occhi stanno invecchiando perchè non proteggerli e vai a comprare aghi più grossi e pensi che devi mettere gli occhiali , quando preparare un pranzo per molte persone ti sfinisce e ci metti una settimana a recuperare tu pensi che non inviti o andiamo al ristorante e via di seguito.

Non chiamiamo egoismo dei vecchi chiamiamolo salvaguardia dell'età , il giovane che si sente immortale non capirà mai la fragilità di un corpo che si prepara con maggior vigore a decomporsi e ognuno si difende come può anche dicendo dei no che non vorrebbe dire.

mai avrei pensato che raggiungere la laurea fosse un punto di fermo nella mia vita ma il mio corpo ha deciso che ha bisogno di un tempo per ricostruire energie e io nell'egoismo della mia età lo assecondo finito il tempo dell'onnipotenza giovanile cominci ad ascoltarti sai che che il caldo e' il fattore che ti inginocchia perchè non mi si venga a dire che non stiamo in un tempo climatico difficile, ma fondamentalmente tu vuoi stare solo bene con il tuo corpo e se servono giorni di riposo me li prendo il mondo va avanti anche senza di me, tutti necessari ma nessuno indispensabile se non a se stesso.

Parola che uso in questi giorni ozio nel senso faccio quello che voglio se lo voglio se ne ho le forze e andiamo avanti e se serve egoismo di salvaguardia senza sensi di colpa perchè il dono assoluto e' la propria vita e si ha il sacrosanto dovere di onorare il dono ricevuto secondo me;)



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.6 / 676 )
Un giorno speciale 
atteso, temuto, desiserato con tutto il cuore e l'ho vissuto con tutta l'anima rivestendo tutti i ruoli.

Quando hai dei figli almeno più di uno si vivono emozioni diverse in modi diversi, e io con 4 figli di emozioni ne ho collezionate in negativo e in positivo tante ma proprio tante perchè sono una che l'emozione la vive fino all'ultimo secondo ci si confonde e si entra dentro la storia anche se fai da spettatrice.

L'alba di ieri ha visto una giovane donna vestita sobriamente riempire d'ansia lo spazio intorno a se e io mi sono fatta come al solito roccia su cui si infrange l'ansia scivolando fuori di casa con il cane al guinzaglio, non servono parole le abbiamo dette tutte, poche ore e si porta a termine un lungo cammino fatto di esami e di dure prove.

Un corso di studi che è diventato una prova di carattere, so cosa passa nel cuore di mia figlia, so quanto e' stato duro arrivare a fine corso con la morte che ha bussato a casa nostra portando via il pilastro centrale della nostra famiglia.

La paura che mollasse il suo sogno è stato uno dei motivi per cui mi sono trasformata in vedova guerriera per non permettere alla morte di sconfiggere la vita di chi restava e mentre lei saliva in macchina con la sorella per andare all'appello della discussione della tesi alle 9 ed io prendevo la manina della più grande dei nipoti di casa che voleva venire con me si e' dato il via a qualche ora di intense emozioni.

Settima nella giornata c'era tutto il tempo per me di arrivare con calma almeno un 3 ore per preparare la festa per il ritorno, ma all'improvviso il "correte che li hanno divisi in gruppi in un'ora o meno sarà davanti alla commissione" apre la corsa ad arrivare e si molla tutto come nei film si corre e ovvio la strada intasata dal traffico, un 'ora dopo e svariate telefonate di sollecito e io alzavo il pugno al cielo discutendo sul fatto che non avevo nessuna intenzione di lasciare solo mia figlia chissà quali energie ho scatenato ma in perfetto orario con la chiamata del suo nome davanti alla commissione la sua famiglia al completo era lì con lei seduti agli ultimi posti ho guardato una giovane donna tenere la conversazione con due professori che quasi sembravano 3 tutto e' durato pochi minuti mi sono passati davanti tutti e 21 gli esami l'impegno che ha messo nel non mollare mai la gioia dei 30 e lode la sconfitta del 21 dato da chi nonostante i richiami del rettore continuava a far ridare l'esame anche 3 o 4 volte ai suoi esaminandi senza andare oltre il 24 di voto e che l'aveva insultata per averlo accettato sapendo che avrebbe compromesso il voto finale, non ha mollato mai nemmeno con la morte di chi amava alla follia e due mesi dopo portava a casa un altro 30 e lode, le notti di ansia erano vivide nella mia memoria mentre i miei figli avevano smesso di respirare durante l'esame della discussione della sorella poi tutti fuori in attesa del voto finale.

Il voto e' per noi il risultato di un lavoro anche se non e' il motivo per cui si combatte l'ho sempre insegnato ai miei figli il giudizio più importante e' quello di dirti che hai fatto e dato il meglio di te ma l'amaro in corridoio c'e' mentre si attende che la commissione si esprima ... 105 il voto della media dei 21 esami, matematico e' che con i 4 punti che la commissione ha disposizione non si raggiungerà mai il 110 e profondamente mi spiace per lei che tanto ha lottato.

Con l'utorità concessami dal rettore inizia il discorso il presidente di commissione io la nomino dottoressa in studi storico -artistici con un punteggio di 110 e l'incredibile e' avvenuto non sapendo da dove sia venuto quel punto in più che ha permesso di raggiungere un sogno e le lacrime di famiglia sono corse lungo le gote, fiori applausi fiori per la madre che dice sia stata un valido sostegno e via verso la specializzazione che se vuoi vivere una vita nella bellezza dell'arte le basi devono essere solide e io via verso nuovi mondi maglieristici da creare un giorno di assoluta gioia frastornate fra addobbi e palloncini che suonano canzoni fra pasta fredda e rotolo ripieno di mozzarella, fra torta alla frutta e spumante e poi crollare sulla poltrona e passare poi al letto noi due che abbiamo lottato siamo crollate insieme ma pronte per un'altra avventura ma ora per lei un po' di riposo e una nuova sfida per me e la vita continua certo e' che se non hai paura delle emozioni sono loro che ti vengono a cercare!



[ 10 commenti ] ( 66 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3.1 / 531 )
Solide basi 
La mia "presunzione " sempre in ogni campo della mia vita di costruire solide basi per non avere rimorsi di aver copiato senza capire.

Quindici giorni davanti ad una macchina io e i manuali una sfida già vissuta che si rinnova e davvero l'ho presa come 30 anni fa esattamente come allora voglio capire non mi basta eseguire o copiare passo passo uso la guida del manuale ma ragiono mentre eseguo entro nella filosofia delle leve della macchina e' un'Empisal ma vale su tutte le macchine il principio e mi sono detta che e' tempo di mettere ordine nei punti capire a che servono per cosa sono indicati "studio tecnico e pratico dei punti" mi ripetevo va fatto per far comprendere che esiste un caledoscopio di punti di infinite possibilità che ogni scheda da elettronica o da macchina a scheda e' un universo meraviglioso e ho aperto un documento word "Alla scoperta dei punti" e mi sono messa in un vespaio enorme mi sono detta ma va fatto mi sono risposta.

Non interessa a molte persone l'arte della maglia a macchina, troppo impegno, troppe tecniche da conoscere troppo tutto ma per pochi coraggiosi che non hanno paura vale la pena lavorare qualche mese perchè mostrando agli altri come costruire solide basi le costruisco per me e via verso nuove avventure!



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 618 )
Mostrare nuovi mondi 
Lascia perdere a chi vuoi che interessi la maglia a macchina mi dicevano tutti quando ho iniziato la mia avventura nel web nel 2001 con un sito che gestiva un'altra persona, serve a me per esistere ripetevo a tutti e non ho mollato mai, tutti coloro che leggono il mio blog sanno dal primo post che il mio primo sito le www.creazioni-artigianali e non mi ricordo la sigla finale ma il punto com del secondo lo ricordo bene viene l'11 settembre del 2006 "craccato" ma se non l'avessero fatto non sarebbe nato questo blog, e se non nasceva questa avventura non sarebbe nato nemmeno www.creazioni-or.it

Non lo so come si usa youtube dissero in famiglia, pratica su video nessuna nel 2008 quando metto in video la prima prova Km 3000 e ne ho fatti oltre 400 di video e ricevo visite da tutti i continenti.

Non esiste un gruppo su FB ma sono solo rotture e storture lascia perdere... era vero ma il gruppo ha retto e vive con i suoi oltre 1800 iscritti e i periodi belli sono stati più di quelli brutti

Poi mi dicevano tutti" ma che scrivi di maglia a macchina ma chi leggerà mai quello che scrivi è pieno il web di informazioni e foto e figurati se quello che oggi dai gratis se lo fai pagare ci rimetterai solo il tuo tempo e soldi" eppure i miei 400 lettori li ho trovati che volevano sapere di maglia a macchina.

Ma che idee ti vengono in mente mi dicono al secondo libro di aprirci un sito e fare corsi gratis tu sei matta, passerai il tempo a "cecarti" davanti ad un monitor e magari non interessa a nessuno.... non direi visti i risultati del corso!

Ma che fai insisti mettere modelli spiegati come li avresti voluti tu 30 anni fa per fare pratica e aprire uno spazio nel sito di solomagliaamacchina.it che hai creato per il secondo libro ma a chi vuoi che interessi e' piena la rete di spiegazioni, di modelli di riviste di punti ma dai arrenditi che nessuno lo comprerà con i prezzi di stampa di oggi beh i miei 88 lettori li ho trovati!

Dalla prima alla terza guida lettori a decrescere e prezzi di stampa aumentati non ci pensare proprio a parlare di punti e filati e applicarli a modelli per far comprendere appieno la possibilità di un punto, ma lascia stare hai dato tanto a tutti molla pensa a te che la vita è dura da pensionata di reversibilità.... si certo mollare ma come no non lo prevede la mia essenza e così quando arriverà il tempo dei mandarini io pubblico Esercizi pratici 2 su punti a scheda sulle macchine artigianali ho ricominciato a studiare su altre macchine oltre Brother un'altra sfida continuo a mostrare nuovi mondi a donare quello che conosco a scoprire quello che non so ma mollare mai ho aperto un mondo quello della maglia a macchina, ho portato a nuova vita macchine messe a deposito finchè potrò e se qualcuno avrà voglia di leggere io continuo l'avventura parto con le macchine, la scheda numero 1 perchè e' in dotazione a tutte le macchine e permette di essere lavorata con tutti i punti o quasi punti passati e maglie a pieghe!

Vado a mostrare nuovi mondi colorati spiegando la tecnica e per qualcuno sarà un meraviglioso viaggio con me!







[ 3 commenti ] ( 21 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 564 )
Riordino caos 
Per ricominciare bisogna riordinare, creare spazi nuovi o rimettere in ordine quelli che abitualmente usiamo e io avevo un gran bisogno di riordinare i miei spazi creativi, il blog ha visto tante immagini la sofferenza di farli nascere, tappare buchi rasare pareti imbiancare tinteggiare le vecchie porte ora sono parte di me e' il mondo che tenterò di salvare finchè ne avrò le forze, ora so che e' parte di me il mio fazzoletto di gioia che solo perchè esiste mi procura gioia, se passa una calmamità e si distrugge io lo ricostruirò ma per ora cerco di salvarlo perchè lì c'e' la mia essenza di libertà, in quei 24 metri quadrati lotto per portare un progetto in porto, trascino chi vuol conoscere un modo piacevolmente faticoso per costruirsi almeno la propria libertà di esprimersi.

Qualcuno potrà pensare che e' una fissa no non lo è molto di più è il mio modo di manifestare ciò che amo la mia libertà di essere come sono confusionaria, curiosa, meticolosa, pignola fino all'inverosimile, ma sono io in quei pochi metri e proseguo il mio viaggio, lo stereo spento da tantissimo tempo con sorpresa funzionava e il cd di Enya a fare da sottofondo ai miei progetti l'ordine durerà poco ma i viaggi creativi non amano l'ordine!

Pronti partenza via verso un'estate a scoprire nuove creatività su macchine diverse per raccontare la stessa storia ma con risultati diversi da macchina a macchina!





[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3.1 / 584 )

Indietro Altre notizie