Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 31

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /web/htdocs/www.creazioni-or.it/home/blog/index.php on line 37
Creazioni Artigianali Or
Dedicato ad Omega 
Lei era l'amica del cuore della tua migliore amica, strana la vita come puoi incontrare migliaia di persone che non lasciano segni e poi ne incontri una e la tua pelle sa che ti piace che vuoi esserle amica e cosi' nonostante la distanza nasce un amicizia e condividi tanti momenti e' lei che ti scrive una lettera bellissima per la morte di mia madre che mi scalda il cuore, e' lei che ti regala un uovo pasquale fatto di perline e nastri e infinito amore, e' lei che ti dona tutte le stoffe della mamma perche' prendessero vita dalle mie mani, e' lei che ammira il mio lavoro, e' lei che telefona dal suo calvario d'ospedale facedo finta di non stare combattendo con un mostro spaventoso, perche' la vita prima del male, e' lei che parla della morte come se la cosa non la riguardasse la vita ancora la vita prima di tutto, "fammi una mantellina per l'ospedale, leggera leggera perche' la chemio sta distruggendo la mia pelle" e tu la cosa non la vuoi nemmeno sentire e le crei una mantellina intessuta d'amore, ogni maglia montata una preghiera perche' il male non vinca, una cosa vanitosa, chic e semplice e lei mi telefona con il piu' bel complimento mai ricevuto definisce Malefico il mio creare, ma in senso buono perche' la mantellina l'ha costretta a comprare un vestito nuovo, a volerci uscire nonostante il dolore e poi il male ha vinto se ne e' andata cosi' in silenzio, l'ultima telefonata tra un riprendere fiato e un silenzio per ringraziarmi di un momento di vanita' femminile, buon viaggio amica mia, grazie del dono della tua amicizia.

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 766 )
La befana vien di notte......................... 
quest'anno e' arrivata di giorno sul tardi, anzi ad ora di pranzo, bella la mia famiglia, piene le mani di dolci funghi e scopette augurali, non mi sono mai paciute molto le feste, tanti doveri e pochi piaceri, quest'anno la vita mi ha ripagato tutto insieme, ho cucinato, lavato stirato ma c'era una pace e un amore infinito nell'aria che' e' stato come respirare ossigeno puro in un mondo di anidride, la mia casa e' stata quello che ho sempre sognato un via vai di gente che ha portato solo amore, niente vacanze all'estero, ma chiudere gli occhi nella mia stanza alla sera con il cuore pieno di gioia, non ha prezzo per me, grazie vita e grazie a tutti voi figli miei che con le vostre vite riempite la mia arricchendola e dandomi la forza di continuare il cammino non sempre facile e pieno di se di ma e chissa' Grazie ;)

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 779 )
E' NATALE............................ 
e stanca ti prendi 5 minuti di pausa hai preparato per 14, sei stanca ma felice, felice, felice, tuo marito a capo tavola il suo sogno avverato e tu hai partecipato al 50% stanca lo guardi serio e compito nel ruolo di capofamiglia e pensi proprio a quanto sei sciocca quando ti lamenti dei problemi familiari una frase mentre passi in corridoio con le mani piena di piatti " Mi vuoi sposare?" l'ho gia' fatto per tre volte pensi ma il cuore diventa caldo caldo questo e' l'amore dare e compartecipare ai sogni e la vita ti scalda il cuore, sacrifici e rinuncie e tanto tanto amore rendono la vita degna di essere vissuta :)

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 820 )
Lavorare.......lavorare 
Che fossi una donna un po' strana, fuori le righe usuali del femminile pure..... ma che una frase letta così per caso mi identificasse, tanto che potrei prenderla in prestito come motto " Non voglio raggiungere l'immortalità con il mio lavoro. Voglio arrivarci non morendo. "
(Woody Allen
non ci avrei mai creduto, eppure e' vero...... ... attraverso il lavoro tengo lontano la paura di invecchiare, anche se le forze non sono piu' quelle di vent'anni lavorare mi rende viva, progetti su progetti perche' la mente costringa il corpo a farmi sentire viva, ma quali unghie laccate, un muro intonacato e imbiancato ti fa vedere le tue mani un po' rosse e screpolate brillare come un diamante, stasera poi sono pronta a confrontarmi con me stessa sul mio progetto annuale preferito il PRESEPE, mi sembro un pilota al via, e' il mio modo di ringraziare Dio, e' un modo un po' particolare, lo ringrazio lavorando a rendere la mangiatoia al meglio delle mie possibilita' creative, non so mai cosa nasca dalla mia mente, quest'anno e' ancora piu' dura il primo nella casa nuova, l'unica cosa che ho di partenza sono tante foglie raccolte la settimana scorza e messe ad asciugare fra fogli di carta da cucina, mi sono innamorata dei colori dell'autunno e ho cercato di rubarli a madre natura per il mio presepe, speriamo bene ;)

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 835 )
Gli ultimi cavalieri............................ 
Non hanno armatura, ma qualcosa di sacro e di intoccabile la possiedono, la donna e la famiglia. Scintillanti nel loro abito di tutti i giorni difendono come possono il loro ideale, ieri se ne e' andato uno degli ultimi, e la dama rimasta sola con i suoi capelli bianchi disperata piangeva il suo cavaliere, per 58 annni l'aveva difesa ed onorata, e lei per ringraziarlo se ne era presa cura, tre anni lo aveva curato dopo che il mostro di Parkinson l'aveva colpito, piegata, diventata piccola piccola, non aveva voluto nessun aiuto, lei lo lavava, lo imboccava, lo sollevava sui cuscini con uno sforzo immane, ma non permetteva che nessuna mano estranea lo toccasse, non capivano quelli della corte, perche' la dama giocasse a scacchi con la morte ogni giorno, non mangiava e non dormiva per controllare che la morte non le facesse scacco matto..... e poi la mossa finale e la dama fu sconfitta, ma il cavaliere che aveva combattuto immani battaglie per lei non la lasciava sola cavalieri piu' giovani ed ancelle premurose erano pronte a prendersi cura della dama, i giovani cavalieri erano stati educati a corte dalla dama e dal cavaliere e non sempre erano coscienti dell'educazione ricevuta, pesava molto l'armatura di tutti i giorni, ma eccoli accanto alla dama continuare l'opera del vecchio cavaliere........ fortunato l'uomo che avra' accanto in vecchiaia la donna della sua giovinezza............. ;)

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 886 )

Indietro Altre notizie