Forse basta? 
E poi scopri all'improvviso che ti sei stancata di mostrare, di fare per la maglieria, non era mai successo ma all'improvviso e' come se arrivata all'obbiettivo di far riaprire le macchine tutto per me fosse diventato inutile.

Un obbiettivo da raggiungere richiede lotte continue, sacrifici, poi raggiunto ti accorgi che il divertimento e' stato nella lotta, non nel constatare che l'obbiettivo l'hai raggiunto.

Il pensiero è durato 3 millesimi di secondo, soppiantato da un altro più speranzoso, c'e' così tanto da scoprire che nessun altra passione ti porterebbe così tanta vitalità durante il giorno.

Ho immaginato la mia vita senza la maglieria, senza lo studio, la ricerca dei punti nel tempo, senza video, senza scrittura, senza contatti umani virtuali e non.

Mi sono vista a lavare, stirare, pulire, cucinare, crescere nipoti, uscire per centri commerciali, programmi idioti in tv, un libro con gli occhiali ogni tanto ( non leggono solo i giovani ma ai vecchi servirebbe una scrittura leggermente più grande), che vita triste mi sono detta e ho cancellato il pensiero perchè ho capito che non lo faccio per nessuno ma solo per rendere la mia vita più intrigante e piena di sorprese ogni giorno poi di riflesso coinvolgo altra gente ma di riflesso.

E' una parte importante la scoperta della maglia a macchina, per me più che per altri perchè ne curo o ne sono in grado di viverla in tanti modi diversi e non mi annoio mai.

Se mi chiedessero, che salverei in caso di calamità, probabilmente un uncinetto e una rocca di filato perche' non pesano e potrei scappare veloce ovunque e tessere anche un filo d'erba e farne qualcosa; ma realmente se ne avessi l'opportunità salverei una macchina e una ventina di rocche colorate,che il nero lo odio e non lo comprerò più.

Assodato questo, mi sento privilegiata e via verso nuove scoperte!




[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 19 )
Un salto nel futuro 
Giorni molto difficili, mio padre lotta e mi insegna a vivere l'ultimo tratto della vita, il mio cuore e la mia mente si sono fermati, sospesi in attesa di notizie buone.

Lotte di anni a confrontarmi con la morte e tutto quello che vi ruota intorno, si e' fermato di nuovo ogni slancio vitale da parte mia.

Non ho mollato, ho usato la maglieria come valvola di sfogo anche questa volta, ma con un occhio al futuro alla mia di uscita di scena.

Devo muovermi perchè ho capito che la mia eredità vale per me qualunque sacrificio.

Per anni ho visto persone care lottare per lasciare la propria eredità, una lotta sopratutto per lasciare soldi e non debiti, io faccio un'altra scelta.

I soldi di un comune mortale non cambiano la vita agli eredi, debiti puoi sempre rifiutare l'eredità ma se lasci un'esempio costante di vita con amore e per amore, allora lasci davvero una bella parte di te, almeno secondo il mio punto di vista.

La mia eredità, saranno tanti libri per guidare le nuove generazioni perche' il mondo che ho riaperto finirà presto, tornando nell'oblio; ma se trovi chi ti guida le macchine ritrovate avranno nuova vita. E poi e' un investimento per chi vende macchine, aumento del valore perchè insieme al manuale venderai anche chi ti guida passo passo prima per iniziare e poi per scoprire la maglieria in tante forme.

Malinconia di una signora che crede in quello che fa e si lavora da oggi per le nuove generazioni, augurandomi che le preenti siano lungimiranti e con la macchina lascino anche la mia eredità.

Vado ho un golfino da casa da finire, video su un cardigan su misura da portare avanti e speriamo e confido nel cielo che ne abbia la forza per affrontare il mio progetto a lungo termini.

"Traforato manuale e automatico" nuova guida dei prossimi mesi e andiamo avanti, ho diviso Punti 6 Disegni alle nuove leve vanno lasciate base solide!





[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 21 )
Una ricchezza 
Quanto incide poter trovare già pronto un punto?

Molto complicato scrivere come io scrivo le guide, io la maglieria la racconto, provo a far comprendere come avvengono le cose prima nel manuale ( almeno in questa nuova guida) poi l'automastismo della scheda che ha velocizzato la cosa.

Mentre scrivi di punti se non sono quelli che usi spesso, dubbi te ne vengono ogni 3 parole che stai mettendo nel documento word.

Ieri e' successo con il punto traforato unito al punto tessuto che ti fa ottenere un punto unico, un dubbio mentre spiegavo l'osservazione della scheda ma ci avevo già pensato tempo prima ad evitare che dovessi bucare e fare la campionatura per non scrivere sciocchezze o notizie saltuarie.

I video sono un'immensa ricchezza nel web e non parlo solo dei miei o solo nella maglia a macchina.

Aa tecnologia ci ha resi tutti autoproduttori del far da se, in ogni campo, se non hai paura di provare ed osare.

Adoro vivere in questo tempo per la condivisione del sapere umano, meno per le scempiaggini che ci circondano dell'uomo ma e' il rovescio della medaglia ed io continuo a mostrare e condividere perche' rendersi la vita migliore e' una gran bella cosa.

Mi sono ringraziata è come se prima di scrivere io mi attivassi incosciamente per aiutarmi...qualche volta ci sorrido ma nessuno sa quanta fatica costa, però nel tempo torna utile ora non mi resta che provarlo manualmente quello non l'avevo fatto e non tutte le macchine hanno la scheda o si ha la manualità per utilizzarla.

Il fare manualmente un punto ci rende sicuri tanto alla fine sempre le stesse difficoltà si incontrano.



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 19 )
C'era una volta 
Una giovane donna, che voleva uscire dalla solita fatica quotidiana, di crescere 4 bambini si comprò una macchina della maglieria; per dimostrarsi che era altro a parte i lavori domestici e materni.

Qualche decennio dopo, mostrava al mondo, come si usasse una macchina perche' tutti avevano smesso di creare e le avevano relegate in soffitta.

Non ci dorme la notte nella sfida ed impara a gestire un sito, un blog, poi un grande sito e se ne va pure sul social di moda trascinando le amiche del blog.

La vita le regala molti dolori, ma lei sempre attaccata all'idea, che la maglieria ti salva la vita e prosegue nel cammino. Scrive guide per aiutare gli altri a trovare prima la strada giusta. Intanto la gente aumenta di numero, passa serate a spiegare, a consigliare a far comprare macchine, riapre un mondo, ma scopre che l'invidia, la gelosia, le stanno togliendo le energie. Invece di apprezzare il grande lavoro fatto a favore del prossimo, tornano rare parole di apprezzamento e tante non meritate piene di cattiveria. Alla fine ci scrive un libro per raccontarsi la sua storia con il senno del poi e si dà pure ottimi consigli nel finale; ma non basta nemmeno quello, perche l'ingranaggio che ha costruito ha le sue spire che agganciano e non ti lasciano, quelle del suo buon cuore, peggio delle invidie e delle gelosie.

La maga dell'isola lontana la conosce per caso, crea piccoli veri gioielli con materiali che ama, rame, acciaio e pietre vere. Vuole un anello solo per se, e la maga l'ascolta, ha solo una richiesta vuole una sigla sull'anello che deve coprire la fede matrimoniale che non vuol togliere ( arriva però prima la seconda infezione a pochi mesi di distanza e deve toglierla per forza, se non vuol perdere il dito, come le dice il medico). L'anello e' perfetto lo stesso, e se lo guarda la donna diventata oramai anziana, guarda quelle iniziali e si sorride ha onorato ogni giorno la vita e con quelle due semplici iniziali ha riaperto un mondo e donato gioia; non pensa più alle invidie e alle cattiverie che spesso la feriscono perche' quelle due semplici lettere contengono una vita fatta di dedizione amore e passione per il prossimo e dolcemente si rasserena.

Non importa chi sei o cosa pensano di te, l'importante e' cosa pensi tu di te stessa!



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3.1 / 15 )
Come una falena 
La falena continua a sbattere attirata dalla luce e ci lascia anche la vita qualche volta, ma lo scopo della sua vita e' andare verso la luce qualche volta mi sento come lei.

Dovrei smetterla di mostrare la maglieria e smettere di fare video tanto interessano poco o niente, dovrei smettere di tenerla viva ed il mio apporto non e' poco, dovrei smettere di pensare costantemente quando faccio o creo una cosa che a qualcuno può rendere la vita più semplice tanto poi realmente non interessa nessuno sul serio.

Come una falena perche' mi chiedevo ieri sera e il motivo e' sempre lo stesso lo devo a questa arte che ha reso bella e piena di gioia la mia vita, poi le persone facciano come vogliano

Ti alzi e vai a dormire in pace con te stessa perchè hai fatto quello che ti fa star bene, non vedi chi hai aiutato ma sicuro hai aiutato te stessa a passare una giornata degna di averla vissuta.

E vado avanti senza troppe speranze che sia davvero un lavoro non perso ma vado avanti e continuo a mostrare anche se a casa mia chiedono quando vado in pensione e lascio che siano gli altri a mostrare la maglieria, perchè dicono che per calcolare il valore di quello che hai devi perderlo...non hanno tutti i torti ma finchè una cosa mi procura gioia la porto avanti nel reale come nella rete.






[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 21 )

Altre notizie