Jacquard, groffato o a rilievo certo è che un modo molto semplice di realizzare un punto completamente diverso e di questo il merito va alle riviste dell'Est europa, io mi sono limitata ad interpretare il come fare e non è stato semplice all'inizio comprendere come dover bucare la scheda.

 

 

Il video ci come fare a bucare la scheda ...cliccare sul  link  http://www.creazioni-or.it/index.php?option=com_content&view=article&id=735&Itemid=100495

 

Una volta preparata la scheda che ci piace una campionatura per trovare la tensione e' necessaria perchè non sempre e' adatta la scheda (scegliere schede con disegni grandi precisi) e va trovata la tensione che ci fa ottenere la groffatura con l'effetto a rilievo.

E' una lavorazione con tutti gli aghi quindi filato fino adatto alla propria marca di macchina ma dopo il bordo una tensione più alta di quella che si userebbe per la normale maglia a costine o punto unito.

Se in  prima frontura inseriamo  una tensione  a 6 nella seconda inserire tensione 3 

Per tutto il resto e' molto semplice da gestire è una normale scheda, il punto e' bello compatto non proprio leggerissimo ma adatto a cappotti, copertine, pullover, cappelli, anche se tutto dipende dalla scheda scelta che si converte, se usiamo la stessa tensione sia in prima che in seconda frontura otteniamo un effetto quasi stampato, il rilievo diventa quasi impercettibile.

 

Il video di come fare il punto 

 

Per Empisal- Silver- Necchi:  slip in prima frontura e 0 -1  o  1-0 a seconda di dove vogliamo il punto con il dritto. Triangolini ovvio inseriti e  levette davanti chiuse.

 

La scheda del video  versione jacquard classico adatta alla prima frontura a due colori. (fare salva immagine)

 

 

La scheda convertita per doppia frontura  segno giro numero 1  al quinto dopo i due interamente forati per l'aggancio a rullo per Empisal, Silver, Necchi etc al settimo per Brother e Toyota.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Adsense