Il punto pizzo  della Empisal non e' un traforato la differenza e' nel fatto che mentre il traforato sono maglie spostate  che creano un disegno forato, il punto pizzo e' lavorato utilizzando una delle posizioni del carrello e si ottiene l'effetto pizzo giocando con un filato molto molto sottile e uno grosso

 

 

 

spero che l'immagine sia chiara, i filati usati sono un cotone  finissimo  (il bianco nell'immagine) e lino e viscosa melagiati piuttosto grosso al limite della tensione della macchina il rovescio del punto pizzo presenta molti meno fili lenti dello jacquard

 

 

 

Per ottenere il punto pizzo lavorabile su una sola frontura  dobbiamo avere a disposizione una scheda  io ho fatto le prove con varie schede anche non della empisal e ho sempre ottenuto l'effetto

 

Seguire il manuale come sempre

 

piu' semplicemente

inserire la scheda e metterla sul numero uno

 

dopo il bordo carrello prima frontura  a destra

 

infilati nel tendifilo prima il filato grosso e nel secondo tendifilo il filato fino ( io ho usato del cotone ma va bene anche per chi lo desidera il filato di nylon che si usa per la tagliacuci o il filato in cotone per tagliacuci)

 

tensione alta in base al filato principale

nel beccafilo del carrello il filato grosso

 

Ora regoliamo il carrello

mettere la leva sul segno V rovesciata e vpiccola all'interno ( e' la prima posizione dopo il carrello a riposo) (aiutarevi con il video)

 

 

leve della scheda entrambe sul triangolino (posizione in alto)

Inserire il secondo filato nel beccafilo esterno tenerlo con una mano o legarlo ad un morsetto  lavorare il primo giro

 

controllare che la scheda avanzi ... tutto qua

 

 

Il manuale ci chiede di portare in posizione glia ghi terminali in D io non l'ho fatto non ho trovato difficolta' ma usatelo se vi accorgete che il filato non viene preso con facilita' o fa le famose cappiole

 

Questo e' il mio primo modello con la Empisal

 

 

 

 

e' tutto in rasato  ogni venti aghi partendo dallo zero ho tolto un ago (ho appoggiato la maglia sull'ago vicino) e' un sistema comodo quando il filato e' grosso allenta un po' la tensione e il filato scorre meglio

 

 

 

ho usato il punto pizzo solo per  un tratto del davanti, non c'e' giro manica ma la minichina e' gia' inserita con un aumento ogni 2 giri per 10 volte  ho creato una manica scesa 

 

 

a cui ho cucito poi a punto indietro il bordo, l'ho fatto piu' piccolo del bordo finale ma l'effetto e' lo stesso, l'ho rifinito all'uncinetto ma io come sempre lancio un'idea poi ognuno con i propri mezzi e fantasia sapra' come fare, per le patite come me d'uncinetto l'ho rifinito con un giro a punto basso e poi con 4 punti alti in una maglia salto tre punti bassi e fermo sulla quarta

 

 

 

 

Poi mi sono fatta prendere la mano e ho realizzato un piccolo scialle sfruttando le tecniche acquisite

 

 

 

 

 

 

Lo scialle l'ho iniziato con 20 maglie e ogni 2 giri ho aumentato una maglia fino all'altezza desiderata poi ho fatto 20 giri senza aumenti e ho calato una maglia ogni due giri

 

ho realizzato i due pezzi di bordo e li ho attaccati  nel davanti  sul bordo ho fatto 2 giri giro a punto alto poi ho tolto una maglia ogni giro pe rparte e  poi sulle ultime  6 dallato dell'asola senza staccare il filo ho fatto 10 catenelle un punto bassissimo sull'ultima ho rigirato 12 punti bassi all'interno delle catenelle fermare il filo

nel dietro

 

 

 

Per lasciare la morbidezza ho unito i due pezzi a macchina con degli archetti di catenelle volanti, meno catenelle verso l'interno e piu' verso l'esterno, ogni pezzo e' rifinito separatamente e poi con l'ultimo passaggio di uno dei due pezzi mi sono unita (2 catenelle uncinetto puntato nel primo arco corrispondente dell'altro pezzo una maglia bassissima 2 catenelle nell'arco accanto da cui sono partita) all'altro pezzo ovvio aumentando 2 catenelle ad ogni nuovo arco per avere una forma allargata verso la fine

 

Spero che i miei video siano di aiuto

 

 

 

 

 

Adsense